• 02 37 90 87 77

Niente detrazione Iva se l’operazione è soggettivamente inesistente

Anche se la merce è arrivata all’effettivo destinatario la falsa indicazione di una delle parti determina evasione

In tema d’IVA, è precluso al cessionario dei beni il diritto alla detrazione nel caso di emissione di fatture per operazioni inesistenti anche solo sotto il profilo soggettivo, nonostante i beni siano entrati effettivamente nella disponibilità dell’impresa utilizzatrice, poiché l’indicazione mendace di uno dei soggetti del rapporto determina l’evasione del tributo relativo alla diversa operazione effettivamente realizzata tra altri soggetti (cfr., in tal senso, Cass. n. 20060/2015).

Ordinanza n. 8535 del 6 maggio 2020 (udienza 15 gennaio 2020)

Cassazione civile, sezione VI – 5 – Pres. Greco Antonio – Est. Luciotti Lucio

IVA – Emissione fatture per operazioni inesistenti – Il cessionario non ha diritto alla detrazione dell’imposta – L’indicazione mendace di uno dei soggetti del rapporto determina l’evasione del tributo relativo alla diversa operazione effettivamente realizzata tra altri soggetti

Leave a Reply

Your email address will not be published.