• 02 87 15 73 87

NUOVE ALIQUOTE IRPEF. TUTTE LE NOVITA’ A PARTIRE DAL 01 GENNAIO 2022

Taglio IRPEF dal 1° gennaio 2022 per un importo pari a circa 264 euro per 27,8 milioni di contribuenti.

Sarà pari ad un totale di 264 euro in media il risparmio previsto pro capite per 27,8 milioni di contribuenti, ed è la revisione delle aliquote IRPEF l’intervento predominante, che assorbirà il 76 per cento delle risorse complessivamente previste dalla Legge di Bilancio 2022. Questo è il primo passo della riforma fiscale più ampia e articolata.

In linea generale, saranno i contribuenti con reddito imponibile compreso tra i 42.000 e i 54.000 euro a beneficiare del beneficio medio maggiore, pari a circa 765 euro annui. Si tratta del 3,3 per cento dei contribuenti, ai quali verrà destinato il 14,1 per cento totale delle risorse distribuite, ossia circa 1 miliardo di euro.

L’aumento delle detrazioni IRPEF avvantaggerà invece i contribuenti con redditi più bassi, compresi tra i 12.000 e i 18.000 euro, che potranno contare su un importo medio maggiore, pari a circa 229 euro, rispetto ai contribuenti con redditi immediatamente superiori.

Degli 8 miliardi stanziati complessivamente per il primo tassello della riforma fiscale, sono 6,4 quelli che verranno destinati per il 2022 alla revisione di aliquote e scaglioni IRPEF.

La quota maggioritaria di risorse andrà a beneficio dei lavoratori dipendenti: la riduzione IRPEF media sarà pari a circa 190 euro, con uno stanziamento complessivo pari a 4 miliardi di euro (il 55 percento delle risorse complessive).

Il 36 per cento delle risorse, pari a 2,9 miliardi, andrà invece ai pensionati, con un guadagno medio pro capite pari a 178 euro, importo che scende a 105 euro per i lavoratori autonomi.

Il 20 per cento delle famiglie in condizione economica meno favorevole, esenti IRPEF in quanto incapienti, non avranno alcun beneficio dall’intervento previsto dalla Legge di Bilancio 2022. Per questa categoria di contribuenti, eventuali futuri interventi di sostegno dovranno basarsi su strumenti differenti, quali “trasferimenti monetari diretti o meccanismi di imposta negativa”.

CONTATTI:  fiscale@studiotributariobarone.it lasciando i Vs. riferimenti oppure telefonicamente allo 02 87157387 da lunedì a venerdì